I migliori zaini da running sul mercato: guida per scegliere il migliore

I migliori zaini da running sul mercato: guida per scegliere il migliore

Chi pratica running, sia per passione che come sport vero e proprio comprenderà la necessità di possedere uno zaino da running valido, principalmente con la caratteristica di possedere tutto il necessario sia per la propria sicurezza che per soddisfare i propri bisogno dal punto di vista alimentare, infatti deve poter avere diversi spazi per poter contenere acqua e cibo a sufficienza per affrontare una sessione di allenamento, e in seguito la corsa vera e propria.

La scelta dello zaino perfetto per le proprie necessità è molto complicata, in quanto basta dare una rapida occhiata a questo mercato per capire che offre un’infinità di prodotti, più o meno validi, con caratteristiche per lo più simili che potrebbero mettere in difficoltà e trarre in inganno il consumatore.

In questo articolo scritto dagli esperti di Migliorzaino.it verrà affrontato questo tema, molto sentito da tutti i corridori, che ne trarranno un vantaggio sulla scelta del prossimo zaino da running.

Come scegliere il migliore zaino da Running, la composizione

Lo zaino perfetto da running è composto da due parti, una posizionata anteriormente e una posteriormente, costituite da tasche diverse in cui è possibile riporre diversi oggetti, seguendo alcuni schemi.

La tasca appoggiata alla schiena del corridore, in questo caso quella situata nella parte posteriore dello zaino è quella creata appositamente per permettere al runner di portare tutto ciò che ritiene necessario per il suo allenamento, e in questa tasca non è consigliabile riporre cibo e acqua, che, al contrario, devono essere riposti nella tasca anteriore. Quest’ultima è volta a contenere borracce d’acqua e piccoli snack da sgranocchiare duramte il percorso.

Gli zaini da running più professionali, inoltre, dispongono di cannucce collegate alla borraccia che permettono al corridore di idratarsi e bere senza doversi femare per prendere la bottiglietta dallo zaino, risparmiando tempo e continuando a correre senza mai interrompere l’allenamento.

Quali sicurezze è necessario avere in uno zaino da running professionale?

Uno zaino da running professionale deve possedere delle cinture sulla zona anteriore per poter garantire la massima stabilità, e anche per poter essere più confortevole sulle spalle del runner, evitando al massimo tutte le forme di sfregamento che potrebbero ledere alla salute dell’individuo. Queste cinture, inoltre, favoriscono l’equilibrio, infatti mantengono il peso del corpo invariato, nonostante lo zaino.

Uno zaino professionale che si rispetti inoltre dev’essere ben diviso e deve avere delle sicurezze che separino entrambe le parti, che possono contenere oggetti ben diversi tra loro, che non devono condividere lo stesso spazio.

Quali sono le caratteristiche ideali per uno zaino da running?

Nella scelta del proprio zaino da running, in fase d’acquisto, è importante tener conto di alcune caratteristiche, e queste sono:

– Il materiale, che deve essere contemporaneamente leggero ma duraturo, preferibilmente impermeabile poichè a volte alcune situazioni atmosferiche potrebbero essere incerte, ed è importante proteggere al meglio gli oggetti situati nello zaino;

– La capienza, aspetto che dipende principalmente dalle necessità dell’utilizzatore, che deve scegliere il suo zaino sulla base di ciò che necessita di portare con sè: sarebbe inutile optare per uno zaino grande se si prevede di portarsi pochi oggetti durante la corsa, ed è preferibile scegliere di utilizzare un gilet e abbigliamenti con più tasche, volti ad avere meno oggetti possibile che potrebbero interferire con la corretta esecuzione della corsa.

– La capienza idrica, infatti avere tutti i liquidi necessari con sè durante la corsa è un aspetto utile per poter migliorare le proprie performance, e molti zaini professionali dispongono di borracce integrate, sia esterne che interne.

Come indicato precedentemente, un’ottima scelta sarebbe optare per uno zaino con cannuccia, infatti sarà possibile portare la propria borraccia e bere grazie alla comoda cannuccia ad essa collegata.
In linea di massima, una buona capienda idrica per uno zaino professionale va da uno a tre litri.
Avere queste caratteristiche nel proprio zaino da running è utile, poichè sono gli aspetti principali che rendono lo zaino comodo e confortevole, e la corsa stessa potrebbe trarne benefici poichè sarebbe senza impedimenti.

admin8254

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.